Progetto Giovani di Zona di Fiemme, i giovani diventano mediatori tecnologici - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento

  

Progetto Giovani di Zona di Fiemme
I GIOVANI DIVENTANO MEDIATORI TECNOLOGICI

Monica Gabrielli, addetto stampa della Comunità Territoriale della Valle di Fiemme, 17 giugno 2020:
L’epidemia di Covid-19 non ha fermato il Tavolo per le politiche giovanili della Valle di Fiemme, che in questi mesi è rimasto in contatto con i progettisti del Piano Giovani di Zona 2020 per aiutarli a rimodulare le iniziative in programma in base alle nuove dinamiche sociali e alla normativa in materia di prevenzione sanitaria. Il Tavolo ha inoltre portato avanti, seppur con modalità a distanza, la riflessione sul mondo giovanile, incentrando la discussione sulle tematiche attuali. “Quanto accaduto negli ultimi mesi ha messo in evidenza come le politiche giovanili debbano essere costantemente ripensate, per essere sempre in grado di rispondere alle esigenze reali. A volte ciò significa rivedere le proprie convinzioni. In questo caso, dopo anni passati a contrastare la solitudine giovanile, incentivando le relazioni e la socializzazione, ci siamo ritrovati a chiedere ai ragazzi di chiudersi in casa, con la necessità di trovare un senso e una occasione di crescita nonostante tutto. Solitudine e isolamento, generalmente considerati patologici, sono diventati l’obbligo. La chiusura delle scuole ha avuto un costo sociale altissimo e ha di fatto aggravato le differenze sociali e culturali già esistenti”, riflette Michele Malfer, l’assessore alle Politiche Giovanili della Comunità Territoriale della Val di Fiemme, ente di riferimento per il PGZ. “Quest’esperienza ci impone di pensare a nuovi modi di fare comunità, sfruttando il buono che può venire dalla tecnologia - che in questi mesi ci ha permesso di restare in contatti con gli altri - e dando valore alle belle iniziative nate dai giovani in questo periodo di confinamento sociale, come il recapito della spesa a domicilio o il sostegno telefonico alle persone anziane e sole”, aggiunge Malfer.

Di fronte a una socialità che è diventata sempre più mediata dalla tecnologia, il Tavolo ha deciso di lanciare un progetto sul divario digitale, sulla base di un’iniziativa già attiva in Val di Cembra: “I giovani tra i 18 e i 21 anni verranno formati da un punto di vista tecnico e comunicativo come mediatori tecnologici per gli adulti. Verranno poi organizzati seminari e laboratori per mettere in comunicazione le diverse generazioni, creando occasioni di incontro anche nei singoli paesi, affinché siano i giovani stessi a trasmettere agli adulti alcune competenze digitali pratiche e utili nella vita quotidiana”, spiega la referente tecnica Marta Luchini.
Il Tavolo per le politiche giovanili di Fiemme ha approvato anche un progetto strategico triennale dedicato ai neet, cioè a quei giovani che non stanno né lavorando né studiando: “In valle calcoliamo ce ne siano circa una quarantina: vorremmo coinvolgerli in un progetto di accompagnamento e formazione, che apriremo anche a quei ragazzi che non sono soddisfatti del proprio percorso attuale e che vorrebbero trovare la propria strada”, illustra Luchini.

Il 19, 24 e 29 giugno si terrà l’edizione 2020 di “Piani a strati”, l’evento provinciale che racconta i migliori progetti dell’anno selezionati dai Piani Giovani territoriali. La Val di Fiemme presenterà “Avanzi tutta”, che ha insegnato a cucinare con gli scarti, e l’iniziativa delle associazioni New Generation e Ale4M che nelle settimane di lock-down hanno consegnato la spesa ad anziani e persone fragili.  

“Dare spazio e valore ai giovani e alle loro risorse - a volte affiancate da noi adulti, a volte spontanee - aiuta a diffondere uno sguardo diverso sulle nuove generazioni, troppo spesso giudicate in base a luoghi comuni e stereotipi, ma invece in grado di mettere in campo risorse straordinarie, come anche questi mesi di isolamento sociale hanno evidenziato”, conclude Malfer.

COMUNITÀ TERRITORIALE DELLA VAL DI FIEMME
Servizio Sociale Attività di Pianificazione e Promozione Sociale
Tel.: 0462 241391 Fax: 0462 241322 -   sociale@coomunitavaldifiemme.tn.it
addetto stampa: Monica Gabrielli - 340.8551994 - monicagabrielli@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu