“Compra dove vivi”, dalle parole ai fatti - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento


COMUNICATO STAMPA
“COMPRA DOVE VIVI”, DALLE PAROLE AI FATTI
COMUNE DI TESERO: UN BUONO SPESA PER AIUTARE L’ECONOMIA LOCALE


IN BREVE
Care famiglie di Tesero, in questi giorni avete ricevuto insieme al notiziario "Tesero informa" un buono spesa da utilizzare presso gli esercizi locali presenti nell'elenco allegato. Vi invitiamo ad utilizzarlo proprio perché vuole essere un aiuto concreto per rilanciare i consumi a favore dell'economia locale. Acquistiamo presso le attività di Tesero: è un sostegno ai nostri esercenti! Questo il messaggio della Sindaca Elena Ceschini nell’introdurre l’iniziativa “Buono spesa” messa in campo dal Comune di Tesero a sostegno dell’economia locale, un'operazione che punta a sostenere e rilanciare i consumi negli esercizi presenti sul territorio comunale, anch’essi particolarmente penalizzati, prima con la chiusura primaverile e successivamente con una drastica riduzione del giro d’affari e del rispettivo fatturato a causa delle restrizioni tuttora in vigore finalizzate a fronteggiare l'emergenza sanitaria.
Per questo l’Amministrazione Comunale di Tesero ha deciso di consegnare ad ogni famiglia residente un buono spesa del valore di 30,00 Euro da poter utilizzare negli esercizi che aderiscono all’iniziativa, rientranti nei codici ATECO approvati dal Comune. La liquidità totale che viene messa in circolazione è pari a 39.000,00 Euro presi dal bilancio comunale. Il Comune provvederà poi a rimborsare agli esercenti il valore dei buoni spesa utilizzati dalla cittadinanza per gli acquisti nelle rispettive attività.
La filosofia sottesa a questa operazione è contribuire concretamente ai consumi delle famiglie e stimolare un impegno condiviso a sostegno dell'economia locale. In poche parole: “compra dove vivi”, dalle parole ai fatti.
L’invito che l’amministrazione rivolge alle famiglie teserane è pertanto quello di utilizzare il negli esercizi aderenti, con l’auspicio che questa iniziativa generi un effetto moltiplicatore della spesa grazie agli acquisti da parte delle persone. Rinunciare all’utilizzo buono, senza nemmeno cederlo ad altri, non ha molto senso, poiché significa lasciare quei soldi alle casse comunali anziché metterli in circolazione nell'economia locale reale.
I buoni spesa sono stati distribuiti nei giorni prima di Natale come inserto del notiziario comunale “Tesero informa” e sono utilizzabili negli esercizi che aderiscono all’iniziativa per un periodo di tempo di oltre due mesi, ossia fino al 28 febbraio 2021.

APPROFONDIMENTO
Come tutti sappiamo l’emergenza sanitaria covid19 ha colpito in maniera pesante e sta colpendo tuttora l’intera società, con gravissime conseguenze a livello sanitario, ma anche sul piano socio-economico. La chiusura obbligata di molte attività nei mesi scorsi e le restrizioni vigenti hanno determinato il crollo dei consumi con riferimento a molti beni e servizi e una crisi generale dell’economia che, anche nella nostra zona come altrove, risulta ancor più accentuata a causa della drastica riduzione dei flussi turistici.
Di fronte a questo scenario anche il Comune di Tesero, nel limite delle proprie competenze e possibilità, ha messo in campo fin dalla scorsa primavera alcune azioni importanti. Accanto agli interventi emergenziali per cercare di contenere la diffusione del virus, come ad esempio la distribuzione delle mascherine a tutta la popolazione o la condivisione e compartecipazione ai progetti a sostegno della fasce più deboli curati dalla Comunità Territoriale della Val di Fiemme (www.comunitavaldifiemme.tn.it) o da associazioni di volontariato locale, sono stati attuati alcuni provvedimenti concreti per supportare le categorie economiche (agevolazioni tributarie e tariffarie, ecc.).
Una nuova iniziativa è costituita dal BUONO SPESA finalizzato a sostenere e rilanciare i consumi negli esercizi economici che sono stati particolarmente penalizzati a causa della chiusura primaverile e delle restrizioni entrate in vigore nella stagione autunnale e invernale, con conseguente drastica riduzione del rispettivo fatturato.
Per questi motivi - dice la Sindaca Elena Ceschini - con la Giunta comunale di Tesero abbiamo voluto fare nostro il motto “compra dove vivi”, passando dalle parole ai fatti: abbiamo pensato che si potesse andare oltre l’appello ad acquistare localmente, ed ecco che si è pensato a questa misura che vuole aiutare gli esercenti attivi nel nostro Comune. Con delibera n. 130 del 2020 abbiamo stabilito di donare ad ogni famiglia residente un buono-spesa del valore di € 30,00 (stanziando un totale di € 39.000,00 grazie alle recenti variazioni di bilancio e al prelievo dal fondo di riserva ordinario), da utilizzare negli esercizi locali aderenti all’iniziativa. L’auspicio è che tale provvedimento generi un effetto moltiplicatore della spesa. Il Comune provvederà poi a rimborsare agli esercenti il valore dei buoni spesa utilizzati dalla cittadinanza per gli acquisti nella loro attività.
Rinunciare all’utilizzo buono, senza nemmeno cederlo ad altri, non ha molto senso, poiché significa lasciare quei soldi alle casse comunali anziché metterli in circolazione nell'economia locale, privando gli esercenti e l’intero sistema di una forma di aiuto concreto. Va sottolineato inoltre che la durata dell’iniziativa va dal periodo natalizio fino al 28 febbraio 2021.

Il buono spesa è stato inviato a tutte le famiglie teserane residenti (un buono per famiglia) come inserto al notiziario “Tesero informa” in distribuzione nei giorni scorsi, con una lettera accompagnatoria recante le istruzioni e i criteri di utilizzo. In sintesi:
  • il buono è nominativo (intestato al capofamiglia), va utilizzato dal legittimo intestatario, ed è cedibile;
  • il buono può essere utilizzato fino al 28/02/2021 in uno degli esercizi attivi o con sede legale sul territorio del Comune di Tesero che hanno aderito all’iniziativa (vedi elenco esercizi sito www.comune.tesero.tn.it), rientranti in determinate categorie - identificate da specifici codici ATECO - che si ritengono siano state particolarmente colpite dalla crisi economica;
  • gli esercizi aderenti sono individuabili anche mediante un’apposita vetrofania all’ingresso o sulle vetrine dell’attività;
  • al momento dell’utilizzo del buono vanno poste data e firma da parte di chi legittimamente lo sta utilizzando;
  • l’esercente presso il quale viene utilizzato il buono spesa, sebbene non obbligato, è autorizzato a chiedere l’esibizione di un documento di riconoscimento per verificare la legittimità dell’utilizzo;
  • Il valore del buono spesa è di € 30,00. L’acquisto fatto con i buoni deve essere di valore quantomeno pari a quello del buono o della somma dei buoni, nel caso ne vengano utilizzati più di uno;
  • l’invito è ad utilizzare il buono presso uno degli esercizi locali a propria scelta, sulla base dell’elenco disponibile anche sul sito web e sulla pagina Facebook istituzionale del Comune di Tesero; sebbene non sia obbligatorio, l’Amministrazione invita i cittadini ad aggiungere anche una propria somma all’importo dell’acquisto, oltre il valore del buono o dei buoni utilizzati, in modo da avere un effetto moltiplicatore della spesa e contribuire così a far girare l’economia locale;
  • la cessione del buono ad altri. Se qualcuno ritenesse di non aver bisogno del buono-spesa, per sé o per la propria famiglia, può cederlo ad altre persone, un parente, un amico, un conoscente o qualcun altro purché residente nel Comune di Tesero. In questo caso va barrata l’apposita casella sul retro del buono e indicato il nominativo di colui al quale il buono viene ceduto. Chi cede il buono dovrà apporre la data e la propria firma nell’apposito spazio e allegare una copia del proprio documento di identità.

“Per chi avesse dei dubbi o delle perplessità in merito all’iniziativa, va precisato - sottolinea la Sindaca Elena Ceschini - che rinunciare all’utilizzo buono, senza nemmeno cederlo ad altri, non ha molto senso, poiché significa lasciare quei soldi alle casse comunali anziché metterli in circolazione nell'economia locale reale, privando gli esercenti e l’intero sistema di una forma di aiuto concreto”. Le fa eco l’assessora al bilancio e al commercio Lidia Canal, la quale ribadisce che “la finalità principale della distribuzione dei buoni spesa è proprio quella sostenere e rilanciare i consumi a livello locale, incentivando i cittadini di Tesero ad acquistare beni negli esercizi commerciali (di piccola e media grandezza) del paese che nel periodo di chiusura (aprile e maggio 2020) non hanno potuto esercitare la loro attività e hanno quindi conosciuto una drastica riduzione del giro d’affari e del rispettivo fatturato; bisogna tenere presente inoltre che molti di essi purtroppo patiranno ulteriormente le conseguenze delle restrizioni imposte a livello nazionale e regionale, anche in un prossimo futuro (stagione invernale). Preso atto di ciò, risulta evidente che supermercati, farmacie ed altre attività di vendita di beni di prima necessità, avendo potuto comunque operare anche nel periodo di chiusura, non possano essere incluse in tale iniziativa”.
Il suddetto buono rappresenta anche un sussidio per le famiglie del paese, ma è finalizzato principalmente ai consumi presso le attività locali. Occorre ricordare anche che per le fasce più deboli sono già operanti in valle enti preposti al servizio sociale (Comunità Territoriale della Val di Fiemme in primis, organizzazioni umanitarie, ecc.), che hanno attuato misure ad hoc e tali da garantire riservatezza ed anonimato. “Questa amministrazione - affermano la sindaca Ceschini e l’assessora Canal - ha inteso distribuire il buono spesa a tutte le famiglie residenti, senza fare distinzioni in base al reddito (cosa peraltro non fattibile, anche nel rispetto della privacy) o alla situazione familiare, in quanto è giusto che ogni nucleo familiare abbia uguali possibilità di spesa tramite il buono. Sostanzialmente l’obiettivo di tutto ciò è in ogni caso finalizzato a suscitare nel cittadino il sentimento di solidarietà, collaborazione ed unità collettiva”.

ULTERIORI INFO SULL’INIZIATIVA “BUONO SPESA”

APPELLO AL RISPETTO DELLE REGOLE ANTI-COVID19
Con l’occasione l’Amministrazione di Tesero ribadisce altresì la necessità di continuare a rispettare sempre e in maniera scrupolosa le fondamentali e ormai ben note regole anti-contagio: distanziamento interpersonale (evitare assembramenti di persone), utilizzo corretto della mascherina, frequente igienizzazione delle mani. Solo se ognuno di noi continuerà ad agire con senso civico, responsabilità e rispetto verso la salute di se stesso e degli altri, riusciremo a fermare la diffusione del coronavirus: tutti insieme possiamo e dobbiamo rafforzare la nostra comunità per incamminarci verso un futuro migliore del recente passato e del presente.

Torna ai contenuti | Torna al menu